Parigi

Parigi




5. Il museé d’Orsay

Metro: 12 (Solférino)

Musee d’Orsay

Questo particolare museo vale la pena vederlo non solo per le opere che vi si trovano, comprendenti l’arte prodotta nei decenni compresi tra il 1848 ed il 1914, ma per la stessa struttura che le ospita. Si tratta infatti di una vecchia stazione ferroviaria inutilizzata ormai da anni, scampata alla demolizione. Tale edificio fu progettato per l’Esposizione Universale del 1900. Nella conversione a museo venne conservata gran parte dell’architettura originale.

All’interno del museo si trovano opere di grandi artisti, quali Monet, Manet, Cezanne, Gauguin, Renoir, Rodin e molti altri. Si tratta di collezioni relative alle correnti artistiche di art nouveau, impressionismo, neoimpressionismo, naturalismo e simbolismo.

Orari

9:30 – 18:00. Giovedì 9:30 – 21:45 Chiusura: ogni lunedì, 1° Maggio, 1° Gennaio, 25 dicembre

Tariffe

Intero € 9,00; ridotto € 6,50. Gratuito ogni prima domenica del mese

Web site: www.musee-orsay.fr


6. Il Pantheon

Metro: 10 (Cardinal Lemoine)

Pantheon

Situato nel Quartiere Latino, commissionato da Re Luigi XV in onore di Santa Genoveffa, e finito di costruire nel 1790, il Pantheon fu laicizzato ed eletto “Tempio della Nazione” nel 1791.

Nel 1885 fu destinato ad edificio pubblico, in cui sono sepolti dei grandi personaggi della patria, quali ad esempio Voltaire, Jean-Jacques Rousseau, Victor Hugo, Émile Zola, Alexandre Dumas padre, Pierre e Marie Curie.

Orari

Dal 1° aprile al 30 settembre dalle 10.00 alle 18.30

Dal 1° ottobre al 31 marzo dalle 10.00 alle 18.00

Chiuso il 1° gennaio, il 1° maggio ed il 25 dicembre

Tariffe Intero € 8,50; ridotto € 5,50; minori di anni 18 o anni 26 se residenti in uno dei paesi UE gratuito.

Web site: www.pantheon.monuments-nationaux.fr

 


7. Place de la concorde

Metro: 1, 8, 12 (Concorde)

Place de la concorde

Questa piazza è la più grande di Parigi. Oltre che molto bella da ammirare, è carica di storia. Fu costruita nel 1775 in onore di Re Luigi XV. Infatti inizialmente al centro vi era posta una sua statua, ma con la Rivoluzione le cose cambiarono: la piazza venne denominata Place de la Révolution ed al posto della statua venne collocata la ghigliottina, per mezzo della quale vennero giustiziati, tra gli altri, Luigi XVI, Maria Antonietta, Danton e Robespierre. In seguito alla riconciliazione nazionale un obelisco egiziano risalente a circa 3300 anni fa, l’obelisco di Luxor, prese il posto della ghigliottina, e la piazza cambiò il nome in Place de la Concorde. In più vi furono poste due fontane e otto statue rappresentanti le maggiori città francesi.

Piazza della Concordia è situata in un punto nevralgico della città, infatti da questa si possono vedere tutte le più importanti meraviglie che offre Parigi: il Louvre, l’Arco di Trionfo, la Madeleine, la Tour Eiffel, i Giardini di Tuileries e l’ingresso per gli Champs Elysées.

Continua a leggere: 1 2 3 4 5

Share Button





Articoli simili:

Rispondi


Termini di ricerca: