Cracovia, perla della Polonia

Cracovia_featured



Quando la città reale di Cracovia ebbe origine, era inizialmente un piccolo insediamento, che di conseguenza crebbe fino a diventare un grande centro commerciale e culturale, nonchè la residenza dei reggenti della Polonia per molti secoli. La città è caratterizzata dalla presenza di un anello che circonda il centro storico formato da un parco verde di larghezza tra i 50 e i 100m e dalla grande piazza del mercato, fulcro del commercio e del turismo. Cracovia è stata fino al 17° secolo la capitale della Polonia, e rimane comunque il maggio centro culturale, artistico e universitario del paese. Il centro storico di Cracovia è iscritto nella Lista UNESCO come Patrimonio dell’Umanità.

Cracovia è una città di circa 750 mila abitanti, il suo centro storico è molto piccolo ma denso di monumenti, chiese e attrazioni turistiche. E’ possibile visitarla in poche ore vedendo tutti i monumenti principali, o approfondire la visita trascorrendovi alcuni giorni, approfittandone per vedere le vicine miniere di sale di Wieliczka e il campo di concentramento di Auschwitz, a circa un’ora dalla città. E’ possibile certamente visitare Cracovia in un weekend.

Mappa Cracovia, clicca per ingrandire

Mappa Cracovia, clicca per ingrandire

Iniziamo col mostrarvi una cartina di Cracovia, con segnalati tutti i maggiori punti di interesse. Cliccando sull’immagine si aprirà in formato più grande. Faremo riferimento a questi numeri nella descrizione dei punti di interesse. Durante la nostra visita siamo partiti dal n.1 seguendo l’ordine numerico, e in 3 ore a piedi abbiamo visto tutti i numeri segnati. Questo è il tempo minimo necessario, ma ovviamente con più calma si può visitare il percorso in due giornate, ad es. una dedicata al centro e a musei (1-12), l’altra al castello (13) e al quartiere ebraico (14-19).

Vediamo ora nel dettaglio cosa vedere a Cracovia.


1. Il Castello di Cracovia (n.13)

Il Castello del Wawel (Zamek wawelski)  si trova sopra una collina (wawel) che sovrasta la città. Secondo la mitologia Polacca, sotto la collina abitava un drago che terrorizzava le terre circostanti, e una volta sconfitto da un principe (o in altre versioni da un calzolaio), sopra la sua caverna fu costruito il castello, in cui si può ammirare una statua del drago. Inoltre la caverna del drago sotto il castello è oggi un luogo di visita per i turisti. Per cinque secoli, dal 1038 al 1596, nel castello vissero e governarono i reali polacchi. Nella Cattedrale del Wawel, che si trova all’interno del castello, vennero incoronati molti sovrani già dal 1320 fino al 17° secolo. E’ possibile visitare una parte del castello, oltre alla Cappella Reale, al Tesoro reale e all’armeria medievale. Il castello e la sua collina si trovano sulle rive del fiume Vistola, dove si trova un bel parco verde in cui sostare e rilassarsi, ed è raggiungibile a piedi in pochissimi minuti dalla piazza centrale del mercato. Da maggio 2012 ospita la Dama con l’ermellino, la famosa opera di Leonardo da Vinci.

La dama con l’ermellino, di Leonardo da Vinci

Si trova a Cracovia una delle opere più note di Leonardo. Dal maggio 2012 quest’opera è esposta nel Castello del Wawel. L’opera, della quale si ignorano le circostanze della commissione, viene di solito datata a poco dopo il 1488,  quando Ludovico il Moro ricevette il prestigioso titolo onorifico di cavaliere dell’Ordine dell’Ermellino dal re di Napoli. La donna ritratta è quasi sicuramente identificata con Cecilia Gallerani.
Fino a maggio 2012 si trovava nel Museo Czartoryski, uno dei più grandi della Polonia. Il museo espone anche oggetti d’arte romana, greca, egizia ed etrusca, vi si trova anche una collezione di armature, spade e alabarde, arte europea ed asiatica, dipinti italiani, olandesi e fiamminghi, oltre a due dipinti di Rembrandt.

Sito web: Castello di Cracovia
Orari: tutti i giorni escluso il lunedì fino alle 20
Costo: 17 zl


2. Piazza del mercato, Rynek Główny (n.7-9)

E’ la piazza principale della città vecchia (Stare Miasto). Misura 200m in lunghezza e pertanto è considerata la piazza medievale più grande d’Europa. Gran parte dei monumenti della città si trovano in questa piazza, fulcro vitale sia di giorno che di notte. Fu progettata nel 1257 per ospitare il mercato cittadino. Da un lato si trova il Palazzo del tessuto, sede della Galleria di pittura polacca del XIX secolo che costituisce una delle sezioni del Museo Nazionale di Cracovia, ricostruito nel 1555 in stile rinascimentale a causa di un incendio che distrusse l’edificio originario. Al piano terra si trova un mercatino di souvenir e antiquariato, mentre al primo piano ha sede la Galleria di pittura polacca.  Dietro il palazzo si trova la torre del comune.
Nell’ angolo nord-orientale della piazza si trova la Basilica di Santa Maria, costruita inzialmente nel 13° secolo, distrutta poi dai Tatari e riedificata in stile gotico, il cui interno è stato successivamente modificato in vari stili che coesistono armonicamente. La chiesa è imponente misurando quasi 100x40m, e presenta due torri asimmetriche e di diversa altezza. Ogni ora dalla torre più alta viene eseguito l’Hejnał, una melodia che ricorda quella suonata da una sentinella, divenuta poi eroe nazionale, per avvisare dell’arrivo dei Tatari, i quali la uccisero mentre suonava l’allarme. Ancora oggi la melodia viene interrotta all’improvviso per ricordare l’evento. Hejnał è oggi suonato quattro volte (uno per ogni lato della torre) ogni ora tutti i giorni dell’anno, e viene ritrasmesso ogni giorno alle 12 dalla radio nazionale polacca.
La sera la piazza si anima e si riempie di turisti e studenti, che affollano gli oltre cento bar e locali che circondano la piazza.
Nel 2005 la piazza è stata votata dal Project for Public Spaces come la miglior piazza del mondo.


3. Kazimier, il quartiere ebraico

Qui potete vedere le previsioni meteo a Cracovia.

Share Button





Articoli simili:

Rispondi


Termini di ricerca: